Author Topic: La storia delle cose  (Read 15684 times)

Offline federica

  • Amministratore
  • Delfino
  • *****
  • Posts: 1.012
  • Karma: +1/-0
La storia delle cose
« on: 05 April 2009, 19:13:58 »
Da dove arrivano e dove vanno a finire le cose che acquistiamo? Leggendo l'articolo la storia delle cose abbiamo visto che il ciclo produttivo non si limita alla produzione e alla vendita, ma comprende anche sfruttamento, inquinamento e impoverimento delle risorse naturali. Ma soprattutto siamo pilotati nell'acquistare solo quello che ci viene proposto negli spot pubblicitari, te ne sei accort*?
Al mondo ci sono 10 tipi di persone, quelli che hanno capito il codice binario e quelli che non l'hanno capito.
http://www.antivirushelp.it
stacca la spina!

paolosan

  • Guest
Re: La storia delle cose
« Reply #1 on: 14 June 2009, 02:46:58 »
Purtroppo si', me ne sono accorto e, nel mio piccolo, cerco di porvi rimedio.

Vivo senza automobile, senza tv, senza telefono fisso, negli acquisti controllo le etichette e faccio la raccolta differenziata...

E sono senza figli per scelta...
 
Questo e' il mio contributo per un mondo migliore...

Offline federica

  • Amministratore
  • Delfino
  • *****
  • Posts: 1.012
  • Karma: +1/-0
Re: La storia delle cose
« Reply #2 on: 15 June 2009, 10:49:00 »
Complimenti paolosan,
sei la prima persona a cui sento dire di non avere la tv, è ancora più incredibile del non avere l'automobile o il telefono fisso.
Sono cresciuta senza tv. Un giorno i miei genitori si sono stufati di vedere me e mio fratello (di 5 e 7 anni) passare troppo tempo davanti a quella scatola e hanno deciso di toglierla e fare proprio la disdetta del canone rai!
Una scelta forte che ha incontrato la disapprovazione di amici e parenti, eravamo una famiglia "strana"... Ma ti assicuro che hanno fatto una scelta che approvo in pieno, mi ha permesso di avere meno condizionamenti mentali proprio nella fase (l'infanzia) in cui la mente è una spugna e assorbe tutte le informazioni che passano, e la tv non ti da diritto di replica!

Altro argomento "spesso" è quello dei figli. Il fatto di non averne viene sempre additato come comportamento egoista. Ma qual'è il comportamento dell'egoista? Chi decide liberamente di non averne o chi diventa genitore come percorso obbligato? Intorno ai 30 anni tutti intorno continuano a chiederti "ancora niente figli?" facendo sembrare la cosa una stranezza e esortandoti a metterti in riga, ti fanno capire che non stai facendo la scelta giusta e ti senti escluso dai discorsi. Tipica frase "tu non hai figli, non puoi capire". Questo senso di inadeguatezza ti porta a desiderare di metterti al passo con gli altri, di far parte del gruppo più folto, e un figlio è proprio quello che serve per sentirti "normale".
Al mondo ci sono 10 tipi di persone, quelli che hanno capito il codice binario e quelli che non l'hanno capito.
http://www.antivirushelp.it
stacca la spina!

paolosan

  • Guest
Re: La storia delle cose
« Reply #3 on: 15 June 2009, 22:05:51 »
certo che bisogna essere convinti delle proprie scelte e non affidarsi al giudizio degli altri, non pretendere di "essere normali"...

Non puoi andare controcorrente e pretendere di non far fatica!

Come tutte le scelte ci sono i pro e i contro...

Decidere di non usare la macchina comporta un certo stile di vita diverso che se la avessi, devi fare delle rinunce che però, secondo me, ne valgono la pena, anche dal punto di vista personale...

Diverso è il discorso per la tv ed il telefono fisso, al giorno d'oggi ci sono i cellulari con scheda prepagata ed internet supplisce alla grande la mancanza d'informazione che si dovrebbe avere senza tv, magra argomentazione di quelli che si stupiscono di come puoi vivere senza!

Per i figli non mi pronuncio, reputandola una scelta assolutamente individuale o perlomeno di coppia, facendo però notare che tutti i problemi di questo mondo, dall'inquinamento alla scarsità dei generi alimentari, si possono ricondurre alla sovrappopolazione mondiale!

"Mantenetevi folli, ma comportatevi da persone normali." (P. Coehlo)

Offline dario

  • Amministratore
  • Volpe
  • *****
  • Posts: 340
  • Karma: +1/-0
    • Informatizzati.org: Computer, Linux, Windows, VMware
Re: La storia delle cose
« Reply #4 on: 19 June 2009, 11:20:09 »
Per i figli non mi pronuncio, reputandola una scelta assolutamente individuale o perlomeno di coppia, facendo però notare che tutti i problemi di questo mondo, dall'inquinamento alla scarsità dei generi alimentari, si possono ricondurre alla sovrappopolazione mondiale!

Già, concordo. Occhio però, potresti venire additato come un insensibile, un mostro! ;) "E che facciamo? Ne ammazziamo un pò per risolvere il problema?" :o
Ovviamente la mia voleva essere solo una frase tipica di chi ha un certo tipo di mentalità. Nell'articolo "Il futuro dell'umanità" abbiamo voluto inserire alcune parti di una considerazione esposta da Asimov su questo argomento. Davvero "illuminante".

Scelte davvero elogiabili le tue e che condivido.

Offline federica

  • Amministratore
  • Delfino
  • *****
  • Posts: 1.012
  • Karma: +1/-0
Re: La storia delle cose
« Reply #5 on: 19 June 2009, 15:14:55 »
Approfitto di questa discussione per condividere con tutti questo articolo nel quale mi sono imbattuta casualmente:
Vivere senza TV
E' un po' lungo quindi conviene prendersi un po' di tempo prima di leggerlo.
L'autore, ritrovandosi improvvisamente senza tv, analizza il cambiamento che è avvenuto nei suoi modi di pensare e nella sua vita in generale.
Sono rimasta molto colpita da questo brano perchè vengono trattate tematiche che vanno oltre al semplice "condizionamento da messaggio pubblicitario".

Al mondo ci sono 10 tipi di persone, quelli che hanno capito il codice binario e quelli che non l'hanno capito.
http://www.antivirushelp.it
stacca la spina!

paolosan

  • Guest
Re: La storia delle cose
« Reply #6 on: 20 June 2009, 00:40:12 »
Ti ripeto, dario, che certe scelte le devi fare a prescindere dal giudizio degli altri, perchè ci saranno sempre obiezioni più che legittime che si opporanno alle tue scelte...

In quanto al fatto di ammazzarne un po' è una contestazione assolutamente fuori luogo, io non li ammazzo, semplicemente non li concepisco nemmeno!

E per quanto riguardo la tv ci vuole un po' di maturità per riuscire a pensare con la propria testa, eheheh...

Senza assolutamente denigrare quelli che la tv la guardano, naturalmente...

Ognuno può fare quello che vuole, eh?

Comunque mi fa piacere sapere che ci sono persone che la pensano come me...

Grazie...